Disturbo Ossessivo Compulsivo Hai bisogno di informazioni? Compila il form

Il DOC, come viene comunemente chiamato, è un disturbo molto semplice, ma contemporaneamente molto complesso. È molto semplice perché è formato dalle due componenti che troviamo nel nome stesso del disturbo: le ossessioni e le compulsioni. Le ossessioni sono pensieri o impulsi o immagini che ci provocano una forte ansia, e le compulsioni sono le cose che facciamo per ridurre quest’ansia. È molto complesso perché in persone diverse, ma anche nella stessa persona nell’arco della vita, può assumere forme completamente diverse, tanto che a fatica riusciamo a considerarle un unico disturbo.

 

Se soffri di DOC potresti essere una mamma che ha paura di fare del male al proprio bambino, oppure potresti essere un papà che ha paura di poter essere pedofilo e di poter abusare della propria bambina, oppure ancora potresti essere un figlio che teme, in un “raptus”, di poter ammazzare i genitori.

 

Se soffri di DOC potresti essere tormentato dal pensiero di contrarre una malattia terribile solo stringendo la mano ad una persona, oppure potresti temere di aver investito una persona per strada e di non essertene accorto. O ancora, potresti aver paura di essere omosessuale, o di non aver scelto il partner giusto per te. O potresti pensare di poter provocare la morte di una persona cara solo pensandoci, o perché le forchette e i coltelli non sono perfettamente allineati nel cassetto o perché i libri non sono perfettamente ordinati nella libreria.

 

Se soffri di DOC potresti aver paura di poterti metterti ad urlare bestemmie in chiesa, o di accoltellare tua moglie durante il sonno, o di premere l’acceleratore invece del freno e investire due anziani che attraversano la strada sulle strisce pedonali. Potresti aver paura di poter saltare sotto un treno in arrivo alla stazione, o di poter desiderare di avere un rapporto sessuale con tuo fratello. Potresti non riuscire a toccare certi oggetti o a pronunciare alcune parole. Potresti passare ore e ore a lavarti le mani o a farti la doccia secondo un rituale ben preciso. Potresti sentirti obbligato a ripensare decine e decide di volte al momento preciso in cui sei uscito di casa per essere sicuro di aver chiuso la porta con la chiave, oppure a pronunciare una certa formula esattamente 3 volte prima di andare a letto, oppure a rileggere ogni riga di un libro fino a quando non ti senti sicuro di esserti concentrato totalmente su quello che stavi leggendo.

 

Una parte di te di dice che tutto questo è assurdo, che è tutto frutto della tua mente, ma non ne puoi essere certo, la paura è troppa: ormai la tua giornata gira intorno a queste o a chissà che altre preoccupazioni, e non c’è spazio praticamente per nient’altro. Inoltre non puoi confidarti con nessuno perché ti vergogni di quello che ti sta succedendo, ti senti solo e demotivato. È il momento di compilare il form qui sotto o chiamarci subito per fissare un appuntamento: insieme sconfiggeremo il DOC.