Alessandra Lorenzini

Alessandra Lorenzini

Il mio primo traguardo l’ho raggiunto nel 2008 laureandomi in Psicologia Sperimentale e Neuroscienze Cognitivo Comportamentali all’Università di Padova. Durante questi cinque anni ho scoperto, oltre ai divertimenti e alle bellezze di questa città, che la psicologia ha tante sfaccettature e la più interessante per me è stata quella che si occupava della Neuropsicolgia. E’ stato affascinante studiare il cervello e capire come ogni singola parte sia collegata al nostro modo di usare le parole, leggere, riconoscere i volti e tanto altro.

 

Alla luce di questa scoperta il mio percorso formativo è proseguito perfezionandomi sempre all’Università di Padova con un Master di II livello in Neuropsicologia Clinica.
Ho scelto di investire tutta la mia formazione pratica in questo ambito occupandomi in particolare della valutazione e riabilitazione cognitiva dell’adulto e dell’anziano affetto da deficit cognitivi successivi a malattie o danni cerebrali di tipo vascolare o traumatico, oltre al sostegno psicologico per i familiari in modo da poterli accompagnare in un percorso di accettazione della malattia.

 

Iniziando a fare sempre più esperienza clinica sul campo ho sentito che la mia formazione non era completa e quindi ho intrapreso un percorso quadriennale di specializzazione in Psicoterapia ad indirizzo Cognitivo Comportamentale (Associazione di Psicologia Cognitiva – APC di Verona). Sono stati anni impegnativi ma stimolanti e ho aperto gli orizzonti verso un nuovo campo che si rivolge all’adulto con problematiche legate ai disturbi dell’umore (depressione, disturbo bipolare), disturbi d’ansia e il disturbo ossessivo compulsivo. Ho svolto per quattro anni la mia esperienza professionalizzante presso un Consultorio Familiare dove seguivo in collaborazione con la psicologa di riferimento, l’assistente sociale e l’educatrice genitori in situazioni a rischio. Da qui ho iniziato ad approfondire l’ambito dei disturbi di personalità.

 

Grazie a questo lungo investimento professionale nel tempo si sono aperte delle possibilità lavorative e oggi mi occupo come neuropsicologa della gestione di gruppi di auto mutuo aiuto per i familiari di persone affette da malattie neurodegenerative; mentre come psicoterapeuta lavoro in due studi privati e seguo prevalentemente adulti che riportano problematiche d’ansia, dell’umore e disturbi di personalità.

Infine, in questo momento lavoro in un Servizio per la Tutela dei Minori e mi occupo di valutazione e sostegno alla genitorialità oltre a svolgere dei percorsi psicologici per adolescenti e adulti con problematiche complesse.

 

Sicuramente ho investito molto tempo ed energie nel lavoro e nella formazione continua perché credo che la curiosità sia un aspetto essenziale per essere un buon terapeuta ma è anche importante dedicare degli spazi per sé.
Quello che mi ricarica è camminare in montagna e raggiunta la cima osservare in silenzio la natura che ti circonda, un’altra passione che coltivo è lo studio delle lingue e i viaggi avventurosi in posti lontani.